L’importanza dei diritti dei bambini

La storia di 32 anni di diritti

La prossima settimana sarà il 20 novembre 2021, ed in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale dei Bambini (World Children’s Day), una festività di origini britanniche con lo scopo di incoraggiare la comprensione reciproca e il benessere dei bambini di tutto il mondo.

Dal 1959 in poi questa giornata è stata fatta coincidere con l’approvazione, da parte delle Nazioni Unite, della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che quest’anno compie 32 anni.

Questa, ratificata ormai da 196 stati in tutto il mondo (forse la convenzione più unanimemente accettata ad oggi), è stato il frutto di un percorso molto lungo e travagliato per il riconoscimento di sempre più diritti e tutele per i più giovani.
Un percorso iniziato nel lontano 1919, con la fondazione Organizzazione internazionale del lavoro e con la conseguente convenzione sull’età minima per il lavoro.

Il nostro paese l’ha ratificata nel maggio del 1991, festeggiando quindi il trentesimo anniversario dalla sua adozione.

L’importanza di questa giornata

Vi starete forse chiedendo come mai un articolo su questa giornata sia uscito con una settimana di anticipo.

Come potete immaginare bambini e adolescenti ricoprono un’importanza particolare per la nostra scuola, vista la nostra attenzione particolare alla loro istruzione e crescita.

Per questo volevamo dedicare alcune delle lezioni della prossima settimana a questa giornata, organizzando delle attività e riflessioni a tema.

I 4 articoli che ci stanno più a cuore

Di tutta la convenzione, che se volete potete trovare subito sotto, sono principalmente 4 gli articoli, nonché capisaldi, che condividiamo e cerchiamo di applicare in ogni momento delle nostre giornate:

  1. Principio di non discriminazione (art. 2): impegna gli Stati che aderiscono alla Convenzione ad assicurare i diritti sanciti a tutti i minori, senza distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione del bambino e dei genitori.
    
  2. Superiore interesse del bambino (art. 3): prevede che in ogni decisione, azione legislativa, provvedimento giuridico, iniziativa pubblica o privata di assistenza sociale, l’interesse del bambino sia considerato preminente.
    
  3. Diritto alla vita, sopravvivenza e sviluppo (art. 6): impegna gli Stati membri a riconoscere il diritto alla vita del bambino e ad assicurarne la sopravvivenza e lo sviluppo, con tutte le misure possibili.
    
  4. Ascolto delle opinioni del bambino (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i procedimenti che li riguardano, soprattutto in ambito legale. La Convenzione pone in relazione l’ascolto delle opinioni del bambino al livello di maturità e alla capacità di comprensione raggiunta in base all’età.

Celebra anche tu

Lo scorso anno L’UNICEF ha indetto una sfida o challenge, per usare il sinonimo social, per coinvolgere giovani artisti in onore della Giornata Mondiale dei Bambini, sfidandoli ad immaginarsi il futuro che vorrebbero per i più piccoli, in un mondo post-pandemia.

Provate anche voi, e se volete postatelo sui social con l’hashtag #voicesofyouth, e sempre se volete, taggateci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: