Lo sapevi che…Halloween!

Siamo alla fine di ottobre, ed in buona parte del mondo anglosassone e americano (cui segue ormai quasi tutto il mondo), le vetrine si riempiono di zucche e ragnatele, le case vengono addobbate di ragni finti e pipistrelli e i negozi di costumi e dolciumi vengono presi d’assalto da genitori e bambini.
Ebbene sì, siamo ad Halloween!

Ma da cosa nasce Halloween? Cosa si sa delle origini di questa spaventosa giornata?

Un po’ di storia

L’accezione odierna e più “laica” ha iniziato a prendere piede intorno a metà ottocento in Inghilterra ed America (dove è arrivato principalmente grazie alla migrazione irlandese); da qui con l’inizio del ventesimo secolo ha assunto i connotati più consumistici che conosciamo e abbiamo sperimentato più o meno tutti.

Prima di questo periodo, era considerata una festa principalmente religiosa dove venivano celebrate le anime dei morti. Il giorno successivo (1° novembre) era infatti la festa di Ognissanti, molto sentita anche in Italia e celebrata tutt’ora. Halloween, deriva proprio dalla pronuncia in dialetto scozzese di “All Hallows’ Eve” ossia “vigilia di ognissanti”.

Ma la ricorrenza di Halloween ha origini ben più antiche, che risalgono a prima della diffusione del cristianesimo.

Samhain, un termine ormai abbastanza diffuso, è la festività più unanimemente considerata l’antenato di Halloween: una festa del raccolto delle antiche popolazioni celtico-irlandesi dove si celebravano gli ultimi frutti della terra prima dell’arrivo dell’inverno. Samhain in gaelico irlandese, significa infatti “fine dell’estate” e indica tutt’ora il mese di ottobre.

Già durante questo periodo antico, pare fosse diffusa la credenza che la notte del 31 ottobre fosse infestata. Era infatti considerato il giorno dove gli spiriti dei morti e gli esseri soprannaturali vagavano per campagne e boschi, ed era usanza lasciare loro del cibo al fine di propiziarsi il loro aiuto nei mesi invernali.

Anche l’usanza di indossare costumi mostruosi deriva da quel periodo. Si credeva infatti che in questo modo si venisse scambiati per uno degli esseri soprannaturali, e quindi lasciati in pace!

Quattro cose da fare ad Halloween

Cosa si può fare quindi il 31 ottobre per ricordare un po’ le vecchie tradizioni?

  1. mangiare qualche delizioso piatto con frutta e verdura tipica della stagione, per celebrare la fine dell’estate e l’ultimo raccolto come gli antichi.
  2. trovarsi uno spaventoso costume e andare di casa in casa a fare dolcetto o scherzetto. E mi raccomando, non togliete mai la maschera o gli spiriti soprannaturali potrebbero scoprirvi!
  3. leggere o guardare delle storie di fantasmi tutti insieme. Le notti si fanno sempre più lunghe e fredde, e l’atmosfera è ideale per prendersi qualche sano spavento in compagnia, davanti ad una tisana o cioccolata calda.
    E poi, si sa, in tutte le storie dell’orrore l’unione fa la forza!
  4. Dopo la cena di Halloween, lasciate qualche avanzo per le fate ed i folletti, lo apprezzeranno e vi ringrazieranno!

Beh, che dire ancora…Felice Halloween!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: